Sezioni

Art Bonus. Agevolazioni per chi finanzia la cultura

Il Decreto legge 83/2014 ha introdotto un bonus fiscale a favore di chi contribuisce alla conservazione e allo sviluppo della cultura in Italia. L'articolo 1, comma 1, del DL n. 83/2014, stabilisce che per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel 2015 e 2016, per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, spetta un credito d'imposta, nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate per il 2015 e del 65% per il 2016.

Art bonus, agevolazioni per chi finanzia la cultura — Comune di Verucchio. 

Il Decreto legge 83/2014 ha introdotto un bonus fiscale a favore di chi contribuisce alla conservazione e allo sviluppo della cultura in Italia. L'articolo 1, comma 1, del DL n. 83/2014, stabilisce che per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel 2015 e 2016, per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, spetta un credito d'imposta, nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate per il 2015 e del 65% per il 2016.La misura agevolativa è riconosciuta a tutti i soggetti, indipendentemente dalla natura e dalla forma giuridica, che effettuano le erogazioni liberali a sostegno della cultura previste dalla norma citata. Alle persone fisiche e agli enti che non svolgono attività commerciale, il credito d'imposta è riconosciuto nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile, mentre ai titolari di reddito d'impresa il credito d'imposta spetta nel limite del 5 per mille dei ricavi. Ai sensi del primo comma di tale articolo, "sono redditi di impresa quelli che derivano dall'esercizio di imprese commerciali" sia in forma individuale che collettiva. Rientrano, quindi, in tale categoria sia la persona fisica che svolge attività commerciale (i.e., imprenditore individuale) sia le società e gli enti che svolgono attività commerciale (i.e., società commerciali, enti commerciali ed enti non commerciali che esercitano, anche marginalmente, attività commerciale).Il credito di imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo. Le erogazioni liberali devono essere effettuate avvalendosi esclusivamente di strumenti tracciabili. La Legge prevede, infine, che i soggetti beneficiari delle erogazioni liberali comunicano al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, mensilmente, l'ammontare delle erogazioni ricevute nel mese di riferimento e provvedono alla pubblicità istituzionale.

Cosa fare:

Tra gli interventi finanziabili si ricorda l’intervento di catalogazione e inventariazione del fondo librario “Scalia” .

Il fondo librario denominato "Scalia" rappresenta il lascito dell'illustre  Professore Gianni Scalia, autorevole scrittore, saggista nonchè già docente presso l'Università di Siena e Bologna.La famiglia del Professor Gianni Scalia ha espresso il desiderio di depositare presso un Ente pubblico il fondo dello scrittore affinchè rimanga di proprietà pubblica e venga destinato ad un corretto ordinamento catalografico ed alla futura fruizione da parte di studiosi e studenti interessati ad approfondire la conoscenza del panorama letterario del Novecento italiano e non solo.Il Fondo "Scalia" è costituito da un'ampia biblioteca ed un archivio privato di lettere e appunti di lavoro che supera le 30.000 unità bibliografiche.Nel suo insieme questa straordinaria raccolta libraria, mai catalogata e numerata, offre uno spaccato di: testi della letteratura italiana, dalle origini ad oggi; testi della letteratura francese, in particolare moderna; saggi di storia della letteratura italiana e francese e di critica letteraria; un quadro pressochè completo della filosofia, in specie quella francese; una ricca emeroteca;una notevole quantità di testi letterari, poetici e critici avuti in omaggio da Scalia nel corso di mezzo secolo di attività da parte di altri intellettuali e scrittori.Con delibera di Giunta comunale n. 54 del 05/07/2017 è stata autorizzata l’adesione ad aderire al cosiddetto “Art Bonus”, così come definito dalla normativa sopra richiamata e contestualmente è stato approvato il seguente intervento su cui far convergere le erogazioni liberali in denaro da parte di terzi consistente nel dettaglio in: acquisizione e catalogazione del “Fondo Scalia” progettazione e sistemazione chiesa del Suffragio ubicata nel capoluogo comunale che dovrà ospitare il “Fondo Scalia” e fissando inizialmente l' obiettivo economico inizialmente stimato era pari ad € 15.000.

Successivamente, con delibera di Giunta comunale n. 57 del 11/07/2018 è stata approvata la modifica dell'obiettivo economico fissandolo in complessivi euro 54.000 .

I testi delle delibere di Giunta comunale sono pubblicati all'albo pretorio on line presente sul sito web istituzione del Comune di Verucchio: www.comunediverucchio.it

Digitando il seguente link è possibile consultare la scheda dell’intervento di catalogazione “Fondo librario Scalia” sul portale www.artbonus.it :

http://artbonus.gov.it/1395-fondo-librario-scalia.html

 

Come si effettua la donazione

E’ possibile effettuare un bonifico bancario sul c/c intestato a Comune di Verucchio presso: Tesoreria comunale – Rimini Banca Credito Cooperativo di Rimini e Valmarecchia F.C. CODICE IBAN N. IT36O0899568100012000009118, specificando quale causale: “Art Bonus - Erogazione Liberale per COMUNE DI VERUCCHIO “(oggetto intervento: Inventariazione e catalogazione “Fondo Scalia”; progettazione e sistemazione chiesa del Suffragio)”, Codice fiscale o P. Iva del mecenate "…………………………";

 

Per poter beneficiare del credito d’imposta per la donazione effettuata è importante seguire con attenzione le indicazioni riportate nella circolare 24/E del 2014 dell’Agenzia delle Entrate.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/17 11:46:00 GMT+1 ultima modifica 2018-08-29T09:47:11+01:00

Art bonus, agevolazioni per chi finanzia la cultura — Comune di Verucchio. 

Il Decreto legge 83/2014 ha introdotto un bonus fiscale a favore di chi contribuisce alla conservazione e allo sviluppo della cultura in Italia. L'articolo 1, comma 1, del DL n. 83/2014, stabilisce che per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel 2015 e 2016, per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, spetta un credito d'imposta, nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate per il 2015 e del 65% per il 2016.La misura agevolativa è riconosciuta a tutti i soggetti, indipendentemente dalla natura e dalla forma giuridica, che effettuano le erogazioni liberali a sostegno della cultura previste dalla norma citata. Alle persone fisiche e agli enti che non svolgono attività commerciale, il credito d'imposta è riconosciuto nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile, mentre ai titolari di reddito d'impresa il credito d'imposta spetta nel limite del 5 per mille dei ricavi. Ai sensi del primo comma di tale articolo, "sono redditi di impresa quelli che derivano dall'esercizio di imprese commerciali" sia in forma individuale che collettiva. Rientrano, quindi, in tale categoria sia la persona fisica che svolge attività commerciale (i.e., imprenditore individuale) sia le società e gli enti che svolgono attività commerciale (i.e., società commerciali, enti commerciali ed enti non commerciali che esercitano, anche marginalmente, attività commerciale).Il credito di imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo. Le erogazioni liberali devono essere effettuate avvalendosi esclusivamente di strumenti tracciabili. La Legge prevede, infine, che i soggetti beneficiari delle erogazioni liberali comunicano al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, mensilmente, l'ammontare delle erogazioni ricevute nel mese di riferimento e provvedono alla pubblicità istituzionale.

Cosa fare:

Tra gli interventi finanziabili si ricorda l’intervento di catalogazione e inventariazione del fondo librario “Scalia” .

Il fondo librario denominato "Scalia" rappresenta il lascito dell'illustre  Professore Gianni Scalia, autorevole scrittore, saggista nonchè già docente presso l'Università di Siena e Bologna.La famiglia del Professor Gianni Scalia ha espresso il desiderio di depositare presso un Ente pubblico il fondo dello scrittore affinchè rimanga di proprietà pubblica e venga destinato ad un corretto ordinamento catalografico ed alla futura fruizione da parte di studiosi e studenti interessati ad approfondire la conoscenza del panorama letterario del Novecento italiano e non solo.Il Fondo "Scalia" è costituito da un'ampia biblioteca ed un archivio privato di lettere e appunti di lavoro che supera le 30.000 unità bibliografiche.Nel suo insieme questa straordinaria raccolta libraria, mai catalogata e numerata, offre uno spaccato di: testi della letteratura italiana, dalle origini ad oggi; testi della letteratura francese, in particolare moderna; saggi di storia della letteratura italiana e francese e di critica letteraria; un quadro pressochè completo della filosofia, in specie quella francese; una ricca emeroteca;una notevole quantità di testi letterari, poetici e critici avuti in omaggio da Scalia nel corso di mezzo secolo di attività da parte di altri intellettuali e scrittori.Con delibera di Giunta comunale n. 54 del 05/07/2017 è stata autorizzata l’adesione ad aderire al cosiddetto “Art Bonus”, così come definito dalla normativa sopra richiamata e contestualmente è stato approvato il seguente intervento su cui far convergere le erogazioni liberali in denaro da parte di terzi consistente nel dettaglio in: acquisizione e catalogazione del “Fondo Scalia” progettazione e sistemazione chiesa del Suffragio ubicata nel capoluogo comunale che dovrà ospitare il “Fondo Scalia” e fissando inizialmente l' obiettivo economico inizialmente stimato era pari ad € 15.000.

Successivamente, con delibera di Giunta comunale n. 57 del 11/07/2018 è stata approvata la modifica dell'obiettivo economico fissandolo in complessivi euro 54.000 .

I testi delle delibere di Giunta comunale sono pubblicati all'albo pretorio on line presente sul sito web istituzione del Comune di Verucchio: www.comunediverucchio.it

Digitando il seguente link è possibile consultare la scheda dell’intervento di catalogazione “Fondo librario Scalia” sul portale www.artbonus.it :

http://artbonus.gov.it/1395-fondo-librario-scalia.html

 

Come si effettua la donazione

E’ possibile effettuare un bonifico bancario sul c/c intestato a Comune di Verucchio presso: Tesoreria comunale – Rimini Banca Credito Cooperativo di Rimini e Valmarecchia F.C. CODICE IBAN N. IT36O0899568100012000009118, specificando quale causale: “Art Bonus - Erogazione Liberale per COMUNE DI VERUCCHIO “(oggetto intervento: Inventariazione e catalogazione “Fondo Scalia”; progettazione e sistemazione chiesa del Suffragio)”, Codice fiscale o P. Iva del mecenate "…………………………";

 

Per poter beneficiare del credito d’imposta per la donazione effettuata è importante seguire con attenzione le indicazioni riportate nella circolare 24/E del 2014 dell’Agenzia delle Entrate.