Sezioni

Il grazie alle forze armate

Niente corteo per i “Caduti"

“Le donne e gli uomini che prestano servizio nelle forze armate, da oltre a un secolo sono uno dei fondamenti della democrazia e del vivere civile e il loro ruolo centrale nella vita comunitaria emerge vede ancor più in momenti di emergenza come quello che stiamo affrontando. In questo 2020 in cui non sarà possibile celebrarle come di consueto con tanto di corteo e banda cittadina, esprimo loro a nome dell’intera amministrazione e della nostra cittadinanza il più vivo ringraziamento”. Questo il messaggio rivolto dalla sindaca Stefania Sabba alle forze armate nel giorno dell’Unità Nazionale loro dedicato.

Giornata istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale considerata il completamento del processo di unificazione risorgimentale e unica festa che ha attraversato immutabile decenni di storia del nostro Paese. Una storia che - come ha ricordato proprio oggi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’Altare della Patria – “si identifica con quella delle forze armate, strumento che contribuisce alla difesa e alla sicurezza della Repubblica e al rafforzamento del ruolo italiano nel contesto internazionale per la pace e collaborazione in coerenza con i principi della nostra Costituzione”.

CERIMONIA SENZA CORTEO
Le forze armate a Verucchio saranno celebrate domenica 8 novembre insieme ai caduti di tutte le guerre con la Santa Messa celebrata alle 11 nella Chiesa Collegiata e in quella di San Paterniano alla presenza dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche con i loro labari al fianco di quello del gonfalone del Comune. Alle 11.50 la sindaca Stefania Sabba e la vice sindaca Sabrina Cenni si divideranno fra il capoluogo e la frazione per deporre insieme ai rispettivi parroci e a un rappresentante delle stesse associazioni combattentistiche una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, al Monumento ai Nove Martiri e al Centro Civico.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/04 11:45:00 GMT+1 ultima modifica 2020-11-05T15:06:52+01:00