Sezioni

Avviso agli esercenti

Esercizi commerciali di generi alimentari e di prima necessità disponibili alla vendita mediante acquisizione di buoni spesa rilasciati dal Comune di Verucchio.

VISTA   l’ordinanza   del   Capo   del   Dipartimento   della   Protezione   Civile   n.   658   del 29/03/2020 “Ulteriori  interventi  urgenti  di  protezione  civile  in  relazione  all’emergenza  relativa  al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologia derivanti da agenti virali trasmissibili”;

RICHIAMATA  altresì  tutta  la  normativa  nazionale  e  regionale  inerente  la  gestione  dell’emergenza sanitaria, nonché le varie ordinanze sindacali emesse;

DATO ATTO  che  questo  Comune,  in  relazione  all’emergenza  sociosanitaria  da  Covid-19,  intende provvedere alla predisposizione di un elenco di esercizi commerciali di generi alimentari e di prima necessità  (art.  2  comma  4  della  suddetta  Ordinanza  658/2020)  disponibili  alla  vendita  mediante buoni spesa, rilasciati dal Comune di Verucchio nei confronti dei cittadini in stato di bisogno;

PRESO  ATTO  CHE  si  ritiene  necessario  individuare  gli  esercenti  di  cui  sopra    tra  le  seguenti categorie:

  • PRODOTTI ALIMENTARI IN GENERE
  • ORTOFRUTTA
  • PRODOTTI DA FORNO
  • PESCHERIE
  • MACELLERIA
  • PRODOTTI  IGIENE PERSONALE

Tutto ciò premesso,

SI AVVISANO

gli  esercenti  operanti  sul  territorio  del  Comune  di  Verucchio che  commercializzano  prodotti rientranti nelle seguenti categorie merceologiche:

  • PRODOTTI  ALIMENTARI IN GENERE
  • ORTOFRUTTA
  • PRODOTTI  DA FORNO
  • PESCHERIE
  • MACELLERIA
  • PRODOTTI  IGIENE PERSONALE

che  possono  procedere,  mediante  la  compilazione  del  modello  reperibile  nel  sito  istituzionale dell’Ente a proporre la propria iscrizione nell’elenco di esercizi commerciali di generi alimentari e di  prima  necessità  disponibili  alla  vendita  mediante  acquisizione  di  buoni  spesa  rilasciati  dal Comune di Verucchio nei confronti di cittadini in stato di bisogno, a partire dal 04/04/2020. Saranno tenuti  in  considerazione  solo  i  buoni  con  sistema  anti-contraffazione  (€5  in  argento  “a  caldo” specchiato).

Nella richiesta dovranno essere indicati la denominazione dell’esercizio, l’indirizzo, la partita IVA,  i  recapiti  di  posta  elettronica  e  telefonici  e  manifestata  la  disponibilità  alla  vendita  di  prodotti  nei confronti dei cittadini individuati mediante buoni spesa. Dovrà essere altresì indicata la percentuale (eventuale) di sconto praticata nei confronti del beneficiario del buono e la disponibilità, qualora ne ricorra la necessità, a consegnare la spesa al domicilio del cittadino.
Il  Comune  procederà  poi  a  pubblicare  l’elenco  degli  esercenti  che  hanno  manifestato  la  propria disponibilità e ad individuare i soggetti beneficiari dei buoni spesa, al fine di soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali.

Si procederà poi all’erogazione di buoni spesa nei confronti dei suddetti soggetti, spendibili presso gli esercizi commerciali ed individuati dagli stessi beneficiari, tra quelli inclusi nell’elenco formato ai sensi del presente avviso e pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente.

Il  Comune  provvederà  alla  liquidazione  delle  somme  spese  presso  gli  esercenti  entro  30  gg.  dalla rendicontazione, possibilmente cumulativa, dei buoni  spesa  utilizzati al punto vendita da parte dei beneficiari. A tal proposito, per la gestione dei buoni spesa e la successiva rendicontazione anche ai fini fiscali, si precisa quanto segue:

Emissione del buono spesa da Comune a Beneficiario

Non anticipa la vendita del bene o servizio cui il buono dà diritto; non assume rilevanza ai fini IVA ed è fuori campo IVA;

Rapporto fra Beneficiario ed Esercente

Si  costituisce  al  momento  dell’acquisto  del  bene  o  servizio.  L’operazione  va certificata   ai   fini   dell’imposta   sul   valore   aggiunto.   L’esercente   in   questo momento deve emettere lo scontrino fiscale e stampare una copia di cortesia per il riepilogo nel “rapporto fra Esercente e Comune”.

Rapporto fra Esercente e Comune

L’esercente  rendiconta  al  comune  con  una  nota  riepilogativa  (CHE  NON  HA RILEVANZA FISCALE SIA AI FINI IVA CHE AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE)   allegando   i   buoni   spesa   ricevuti   ed   la   copia   del   documento commerciale. Successivamente il Comune effettua il pagamento.

La domanda potrà essere presentata via pec all’indirizzo pec@pec.comune.verucchio.rn.it

modulo di domanda

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/02 23:00:00 GMT+1 ultima modifica 2020-04-30T08:31:40+01:00