Sezioni

Raccolta legnami nell'alveo dei fiumi

area tematica Ambiente

 

Descrizione

La Regione Emilia Romagna autorizza la raccolta per uso familiare, con esclusione dei tratti arginati, del legname caduto in alveo o trasportato in prossimità delle sponde in aree demaniali, del reticolo idrografico dei fiumi Uso, Marecchia, Marano, Melo, Conca, Ventena, Tavollo ed affluenti e rii minori, previa semplice comunicazione scritta indirizzata a:

  • AGENZIA REGIONALE SICUREZZA TERRITORIALE E PROTEZIONE CIVILE Sede di Rimini Via Rosaspina 7 - 47923 Rimini (oppure via email: stpc.romagna@postacert.regione.emilia-romagna.it)
  •  per conoscenza al Comune territorialmente interessato.

 Nella comunicazione si dovrà indicare:

  •  il nominativo del richiedente e il relativo indirizzo e numero di telefono;
  •  il corso d’acqua e il tratto interessato;
  •  il periodo in cui si svolgerà la raccolta.

 

Modalità di raccolta

La modalità di raccolta individuale dovrà essere esclusivamente per uso familiare (personali e domestici) e dovrà rispettare le seguenti prescrizioni:

a) il prelievo deve riguardare legna fluitata già sradicata (è escluso il taglio di piante morte, secche o deperienti in piedi o aduggiate, ma ancora radicate) per un quantitativo non superiore a 250 quintali annui, e deve essere finalizzato all’autoconsumo senza fini di lucro;

b) l’attività può essere svolta con l’ausilio di mezzi di trasporto utilizzando esclusivamente la viabilità e gli accessi già presenti senza comportare modifiche o alterazioni dello stato dei luoghi e, comunque, senza accedere all’alveo con i mezzi a motore;

c) per l'accesso alla zona di intervento dovranno essere utilizzate le piste e strade esistenti e non dovrà essere assolutamente alterato lo stato dei luoghi;

d) il taglio delle piante cadute, per ridurne le dimensioni, potrà essere eseguito unicamente mediante motosega o altro strumento di taglio manuale;

e) la raccolta del legname dovrà comprendere anche l'allontanamento della ramaglia connessa;

f) dovranno essere adottati tutti gli accorgimenti necessari per garantire la sicurezza degli operatori e della pubblica incolumità con particolare riguardo alla presenza di piene improvvise;

g) tutte le attività inerenti e conseguenti la raccolta saranno a totale carico di coloro che eseguono la raccolta medesima;

h) la presente vale unicamente per gli aspetti idraulici indipendentemente dalle autorizzazioni che possono venire richieste da altre Amministrazioni interessate;

i) Il risarcimento per eventuali danni che venissero arrecati nel corso di tale raccolta saranno a totale carico degli esecutori della raccolta medesima;

l) Per le aree ricadenti all’interno del sistema regionale delle aree protette dovrà essere acquisito preventivamente all’inizio dei lavori il parere dell’Ente competente (Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità – Romagna)

Restano invariate le modalità di autorizzazione per la manutenzione di porzioni di pertinenze demaniali per le quali i proprietari confinanti intendono procedere al taglio selettivo di vegetazione arborea e arbustiva, per la quale il Servizio Sicurezza Territoriale e Protezione Civile di Rimini, rilascerà l’autorizzazione idraulica con Determinazione Dirigenziale a seguito di apposita domanda ai sensi del RD 523/1904. 

Per eventuali informazioni contattare:

Agenzia Regionale Sicurezza Territoriale e Protezione Civile - Servizio Sicurezza Territoriale e Protezione Civile Rimini

  • geom. Stefano Cevoli - tel. 0541 365411
  • geom. Luca Grossi - tel. 0541 365452

 

Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità – Romagna   via Aldo Moro 2 - 48025 Riolo Terme (RA)

tel. 0546/77404 - fax 0546/70842 - e-mail: promozione@parchiromagna.it

Allegati

Qui sotto è riportata la modulistica per la comunicazione.