Sezioni

Contributo straordinario di 30.000 euro per la Tari

Con la delibera 92 del 16 novembre, la giunta ha definito i criteri per accedere a un contributo straordinario di 30.000 euro per l’abbattimento della Tari 2022 limitatamente alle utenze domestiche e martedì 22 novembre è stato pubblicato un bando con requisiti e relativa domanda per ottenere gli aiuti e scontare così la Tassa Rifiuti.

“Come annunciato in consiglio comunale, proseguono le azioni di sostegno alla comunità in questo periodo segnato da un aggravio di spese figlio della pandemia, del caro bollette e dell’inflazione e con questo ulteriore stanziamento di 30.000 euro andiamo a cercare di portare un po’ di sollievo alle fasce di popolazione più in difficoltà” commenta l’assessore al bilancio Roberto Sandon.

 

REQUISITI

Per poter godere del beneficio occorre innanzitutto essere intestatario di utenza domestica-tassa rifiuti; il nucleo familiare di appartenenza deve risiedere obbligatoriamente nel Comune di Verucchio e deve possedere un reddito calcolato ai fini Isee non superiore a 15.000 euro.

 

TERMINI

Le domande andranno presentate tassativamente entro e non oltre mercoledì 7 dicembre nelle seguenti modalità: via mail agli indirizzi pec@pec.comune.verucchio.rn.it o
tributilocali@comune.verucchio.rn.it; 
di persona all’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Villa Verucchio dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 12.30 (martedì è chiuso);
per posta indirizzata al Comune di Verucchio, Piazza Malatesta 28, cap 47826: in quest’ultima ipotesi come data di presentazione della domanda farà fede il timbro postale di invio in caso di raccomandata, mentre in caso di corrispondenza ordinaria farà fede la data di ricevimento al protocollo.

MODALITA’ DI EROGAZIONE

Il contributo sarà erogato in modo direttamente proporzionale all’ammontare della TARI di ogni singolo contribuente beneficiario rapportato alla somma della TARI di tutti i beneficiari.

Gli uffici rivelano che “l’abbattimento della TARI 2022 avverrà a consuntivo, mediante rimborso che riguarderà solo ed esclusivamente la parte della tassa e non il Tefa (il tributo esercizio funzioni ambientali) che dovrà invece essere corrisposto pertanto per intero”. E che “ai beneficiari che dovessero avere una situazione debitoria pregressa nei confronti dell’ente, non necessariamente riguardante la tassa rifiuti, la parte di contributo spettante andrà a copertura parziale o totale della situazione debitoria medesima”. 


Per scaricare il bando clicca qui

Per scaricare il modulo per la domanda clicca qui

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/11/23 12:27:00 GMT+1 ultima modifica 2022-11-23T12:30:09+01:00