Sezioni

Fira di Quatorg 2021: il programma evento per evento

Dopo il 37esimo Music Festival e la decima edizione dei ‘Calici’, Verucchio “salva” anche quella Fiera di Santa Croce per cui è impossibile parlare di edizioni perché affonda le radici nella notte dei tempi. La Fira di Quatorg la chiama ogni verucchiese, che vi identifica la manifestazione principe del paese, quella più storica, tanto che per riproporla anche quest’anno in tempi di Covid un gruppo di cittadini si è messo in azione fattivamente raccogliendo diverse sponsorizzazioni e il tavolo di lavoro con rappresentanti di Comune e Pro loco ha partorito un nutrito programma di iniziative suddivise in due giorni. Sabato 11 una sorta di lunga anteprima con il contributo dei commercianti locali e domenica 12 la vera e propria Fiera.

L’ANTEPRIMA FRA ARTE, SPORT E MUSICA

La giornata del sabato si aprirà alle 11 nella Sala Magnani di Piazza Malatesta con l’inaugurazione della “Personale di Matteo Manuel Bonfé” con quadri su Verucchio e poesie dedicate al territorio e ai suo personaggi che resterà aperta fino a fine settembre. Altri quadri, quelli di Vincenzo “Cicci” Bronzetti, saranno invece in esposizione nello spazio dell’ex Barcaccia sempre in piazza, mentre la biblioteca "Rilego e Rileggo" sarà aperta sabato e domenica con mercatino di libri usati e prodotti artigianali. Il pomeriggio del sabato sarà invece dedicato all’attività fisica all’aria aperta abbinata a iniziative di conoscenza della storia e delle tipicità: alle 15.30 dal Museo Civico Archeologico partirà infatti il “Trekking del vino” organizzato dalla Cooperativa Atlantide e che aprirà il cartellone di “GeoVerucchio”: sarà illustrata la genesi del Veruccese e della Vernaccina, “figli” dei vinaccioli rinvenuti nelle tombe villanoviane e si andrà a toccare con mano l’attuale produzione grazie a una camminata fino all’Agriturismo San Rocco, con visita in vigna e degustazione. Alle 16 da Piazza Malatesta prenderà poi il via “La Verucchio inedita sui pedali”: tour guidati in bicicletta fra sentieri, vie e crocicchi della cittadina malatestiana a cura di tre cicloamatori conoscitori del territorio con merenda finale a base di prodotti tipici preparati dalle attività del capoluogo.

In serata, alle 20, la piazza si vestirà poi a festa per la cena sociale di sostegno alla Pro loco su prenotazione con la collaborazione delle attività del territorio ribattezzata “Aggiungi un posto a tavola” e accompagnata dalle note dei P.I.F.E.S. a fare da sottofondo musicale.

 

LA FIRA 2021 DAGLI ANTICHI MESTIERI AI FUOCHI D’ARTIFICIO

E’ domenica tradizionalmente il giorno clou, quello in cui già dalle 8.30 Piazza Malatesta diventa “La piazza degli antichi mestieri” con un qualificato gruppo di artigiani che riproporrà per l’intera giornata situazioni e lavori che affondano le radici nel passato all’insegna della grande manualità. Dalle 9 e per tutta la giornata il Parco IX Martiri all’ombra del castello ospiterà “La fattoria degli animali”: al Campo della Fiera sarà possibile trovare mucche, capre, cavalli, tacchini e i vari animali da cortile tutti da scoprire, conoscere e fotografare.

Alle 10 si rinnova poi l‘appuntamento con la tradizionale presentazione di un nuovo libro dedicato al paese. Nell’occasione si tratta de “Il Convento Francescano scomparso di Verucchio” e l’autrice architetto Maria Giovanna Giuccioli lo illustrerà non nella sala del consiglio ma sul sagrato della Chiesa Collegiata di Piazza Battaglini: il volume edito da Pazzini Editore svela infatti proprio la storia dell’antico Convento Francescano su cui è stata costruita la cattedrale.

La mattinata si chiuderà alle 11.30 in Piazza Malatesta con “Mago MaCu”, esibizioni itineranti di magia per bambini a cura di Matteo Cucchi, che tornerà protagonista anche alle 15 quando in piazza andrà in scena un “Pomeriggio in musica e arte di strada”: accompagnati da una rappresentanza di musicisti della Banda Città di Verucchio, un giocoliere, un trapezista e il mago animeranno la festa con la loro arte di strada.

Intanto al Parco della Fiera avranno fatto il loro arrivo e faranno mostra di sé al fianco degli altri animali anche i volatili e alle 17.30 sarà la volta di “Falconeria al tramonto”: i maestri Alessandro Vicini e Guglielmo Ventimiglia in abito medievale proporranno cioè rappresentazioni di volo didattico-scientifiche e giochi con protagonisti aquile, gufo reale, avvoltoio, condor, barbagianni, poiane e falconi.

Seguirà alle 19.30 l’“Apericena musicalein piazza Malatesta, dove si mangerà sotto le stelle con l’accompagnamento della Relight Orchestra, Robert Eno Dj e Violin Mark Lanzetta e alle 22 sarà la volta del “Gran sipario” con lo spettacolare saluto con i fuochi d’artificio dalla Rocca Malatestiana nel ricordo di Vittorio e Luciana Andruccioli

 

STREET FOOD E MASTRO BIRRAIO

In Piazza Battaglini, dalla mattinata di domenica 12, sarà possibile pranzare e cenare con i prodotti della Bottega dalla Flavia, il pesce de Il Veliero, l’asado de La Gueya-Cucina itinerante argentina e le proposte dell’Oshad Pub. In Piazza Malatesta, nelle due serate, un Mastro Birraio darà dimostrazioni di come si produce la birra e la farà degustare.

 

NORMATIVA ANTI COVID E GREEN PASS

Anche l'edizione 2021, così come quella 2020, si svolgerà nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19: sarà quindi all’aperto in spazi privi di varchi di accesso, ma per i visitatori sarà obbligatorio il possesso della Certificazione Verde Covid-19 (green pass), che potrà essere richiesta per controlli a campione da parte delle autorità preposte.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/09/09 15:24:00 GMT+2 ultima modifica 2021-09-17T12:02:39+02:00 scaduto