Sezioni

Rocca Malatestiana

La Rocca Malatestiana è situata nella parte alta di Verucchio ed è chiamata anche Rocca del sasso per la sua posizione all’apice dello sperone di roccia che domina tutto il territorio. Gode di uno stato di conservazione notevole. Le prime notizie del Castello di Verucchio risalgono al 962 d.C. quando Ottone I lo donò a Ulderico; la parte inferiore è costruita con conci di pietra squadrati perfettamente combacianti, attorno alla quale sono addossati resti di costruzioni più recenti. All'interno della Rocca, nella parte denominata Sala Magna, dove fino al 1700 fu collocato un teatro - poi distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale - è visibile una mostra che illustra l'evoluzione degli stemmi araldici nel corso della storia e l'albero genealogico della famiglia Malatesta. La parte più antica dell'arroccato è la torre nel cortile piccolo. Fu fortificata da Sigismondo Malatesta nel 1449, ma alcuni scavi hanno rivelato sotterranei e altre strutture risalenti al XII secolo; ancora più antica è la torre quadrata in pietra. Le sale di questa rocca hanno subito molte trasformazioni per adeguarsi alle esigenze della corte di Zenobio dei Medici, Ippolita Comnena, Leonello Pio da Carpi, che ebbero in feudo Verucchio dal 1518 al 1580. Nel 1975 è stato ricostruito un antico sentiero, che costituiva un collegamento di emergenza con il territorio. La Rocca Malatestiana di Verucchio costituisce una delle fortezze meglio conservate della Romagna, interamente visitabile. Ha visto il sovrapporsi di diverse parti architettoniche che vanno dal XII al XVI secolo. L’evoluzione delle sue strutture si collega strettamente ai più celebri esponenti della famiglia dei Malatesta e alle vicende storiche di cui furono protagonisti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/06/25 11:35:00 GMT+2 ultima modifica 2019-06-27T08:59:50+02:00