Sezioni

REI / Reddito di inclusione

area tematica Servizi sociali / Sanità

Che cos'è

A seguito dell'introduzione del Reddito di cittadinanza, dal 1° marzo 2019 il REI non può più essere richiesto e , a partire dal successivo mese di aprile, non è più riconosciuto nè rinnovato ( Decreto legge n. 4/2019, art. 13). Per coloro ai quali il Reddito di inclusione sia stato riconosciuto prima del mese di aprile 2019, il beneficio continua ad essere erogato per la durata inizialmente è prevista, fatto salva la possibilità di presentare domanda per il Reddito di cittadinanza. Il Reddito di inclusione non è in alcun modo compatibile con la contemporanea fruizione del Reddito di cittadinanza da parte di alcun componente il nucleo familiare.

Il REI è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate e la conseguente presa in carico da parte dei Servizi Sociali Comunali tramite un percorso personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.

Dal 01/01/2018 il REI ha sostituito il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione). Coloro ai quali è stato riconosciuto il SIA nell'anno 2017 continueranno a percepire il relativo beneficio economico, per tutta la durata e secondo le modalità previste

Se i beneficiari del SIA soddisfano anche i requisiti per accedere alla nuova misura, possono richiedere la trasformazione del SIA in REI (in ogni caso verrà garantita la fruizione del beneficio maggiore).

I comuni del distretto di Rimini nord hanno predisposto apposito avviso di raccolta delle domande per il Rei

Requisiti

Il richiedente deve essere:

  • cittadino italiano, comunitario, ovvero familiare di cittadino Italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.
  • residente in Italia da almeno 2 anni al momento della presentazione della domanda.

 

Valore del beneficio

Il beneficio è concesso mensilmente e caricato sulla propria Carta Acquisti, in ragione della numerosità del nucleo famigliare e secondo il seguente prospetto:

Ammontare del beneficio mensile

1 membro 187,50 euro
2 membri 294,50 euro
3 membri 382,50 euro
4 membri 461,25 euro
5 o più membri 485,41 euro

Il beneficio viene concesso dall'Inps per un periodo massimo di 18 mesi e, se necessario, potrà essere rinnovato per ulteriori 12 mesi. In tal caso, la richiesta di rinnovo potrà essere inoltrata non prima di 6 mesi dall'erogazione dell'ultima mensilità.

Attraverso il servizio online dell'INPS l’interessato, accedendo con le proprie credenziali, può consultare lo stato della propria domanda inviata dallo Sportello sociale del Comune all’INPS.

Cosa occorre

La condizione economica del nucleo familiare deve assolvere tutte le seguenti condizioni:

  • Un valore Isee non superiore ad euro 6.000,00;
  • Un valore ISRE non superiore ad euro 3.000,00;
  • Un valore del patrimonio immobiliare (diverso dalla casa di abitazione) non superiore ad euro 20.000,00;
  • Un valore del patrimonio mobiliare non superiore ad euro 10.000,00 (ridotto a 8.000,00 per le coppie e a 6.000,00 per la persona sola;
  • nessun componente deve già percepire prestazioni NASpI o altro ammortizzatore sociale;
  • nessun componente deve essere in possesso di autoveicoli immatricolati la prima volta nei ventiquattro mesi antecedenti la richiesta (esclusi autoveicoli e motoveicoli con agevolazione fiscale per disabili) o di imbarcazioni da diporto (art. 3 c.l, D.lgs 171/2005).

Dal 01/06/2018 non è più necessario il possesso dei requisiti familiari precedentemente richiesti (presenza di un minorenne, di una persona disabile, di una donna in gravidanza, di un disoccupato ultra 55enne).

In caso di variazione della situazione lavorativa in corso di erogazione del beneficio:

  • entro 30 giorni è necessario compilare un apposito modulo per dichiarare il nuovo reddito presunto (modello REI-COM) e consegnarlo allo Sportello sociale professionale, pena la decadenza dal beneficio.

 

Per informazioni

 

Per informazioni è possibile contattare lo Sportello sociale professionale di Villa Verucchio oppure l’ufficio front office dei servizi sociali del Comune di Verucchio

 

Dove presentare la domanda

Nel Comune di Verucchio le domande per i sussidi si raccolgono presso lo Sportello sociale professionale di Villa Verucchio.

Approfondimenti

Allegati

Qui sotto trovi la modulistica e gli approfondimenti utili relativi al procedimento.