Sezioni

Autorizzazione paesaggistica

Informazioni per l'ottenimento dell'Autorizzazione paesaggistica

Descrizione

Per gli interventi da realizzare in zone interessate a tutela paesaggistica di cui al D.Lgs. n. 42/2004, i proprietari, possessori o detentori di immobili presentano domanda all’Amministrazione Comunale, corredata dalla documentazione necessaria, al fine del rilascio dell’autorizzazione paesaggistica o della richiesta di compatibilità paesaggistica in caso di opere già realizzate e oggetto di sanatoria.

La richiesta di autorizzazione paesaggistica si suddivide in tre procedure:

Procedura ordinaria

L’Amministrazione Comunale rilascia l’autorizzazione dopo aver acquisito il parere della Commissione Qualità Architettonica e del Paesaggio e previo parere vincolante della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna (da comunicare entro 45 giorni) secondo il procedimento stabilito dall’art. 146 del D.Lgs. n. 42/2004. L'autorizzazione è immediatamente efficace.  

Procedura semplificata

Per gli interventi elencati nell'allegato B al D.P.R. n. 31 del 13/02/2017, l'Amministrazione Comunale rilascia l'autorizzazione nel termine massimo di 50 giorni dal ricevimento dell’istanza (al netto di eventuali sospensioni e/o integrazioni). Non è più richiesto il parere della Commissione Qualità Architettonica e del Paesaggio. L’autorizzazione è immediatamente efficace. 

Compatibilità paesaggistica

Per gli interventi già realizzati, ai sensi dell'art. 167 del D.Lgs. n. 42/2004, può essere richiesta solo per i seguenti interventi:
a) per i lavori, realizzati in assenza o difformità dall'autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero aumento di quelli legittimamente realizzati;
b) per l'impiego di materiali in difformità dall'autorizzazione paesaggistica;
c) per i lavori comunque configurabili quali interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria ai sensi dell'articolo 3 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.

l'Amministrazione Comunale si pronuncia sulla domanda entro il termine perentorio di centottanta giorni, previo parere vincolante della Soprintendenza da rendersi entro il termine perentorio di novanta giorni. Qualora venga accertata la compatibilità paesaggistica, il trasgressore è tenuto al pagamento di una somma equivalente al maggiore importo tra il danno arrecato e il profitto conseguito mediante la trasgressione. L'importo della sanzione pecuniaria è determinato previa perizia di stima. In caso di rigetto della domanda si applica la sanzione demolitoria. 

Le tre procedure sopra descritte possono essere svolte anche all'interno di conferenze di servizio ai sensi dell'art. 14 e seguenti della L. 241/1990; in tali casi i tempi di rilascio sono RADDOPPIATI.

Cosa fare

La richiesta di Autorizzazione Paesaggistica (ordinaria o semplificata secondo la tipologia di intervento), compilata in ogni sua parte utilizzando la modulistica Comunale, completa degli allegati obbligatori elencati nel modello stesso, è presentata allo Sportello Unico per l'Edilizia dal proprietario dell'immobile o da chi ne ha titolo, contestualmente alla richiesta di Permesso di Costruire alla SCIA Differita, alla Procedura Abilitativa Semplificata (PAS) e alla CILA per la quale viene richiesto allo Sportello Unico, di provvedere all'acquisizione degli atti di assenso necessari per la realizzazione dell'intervento.

La richiesta di Compatibilità Paesaggistica, compilata in ogni sua parte utilizzando la modulistica Comunale, completa degli allegati obbligatori elencati nel modello stesso, è presentata allo Sportello Unico per l'Edilizia dal proprietario dell'immobile o da chi ne ha titolo, contestualmente alla richiesta del corrispondente titolo edilizio.

 

Elenco autorizzazioni paesaggistiche rilasciate

Portale delle autorizzazioni paesaggistiche

 

Riferimenti normativi