Sezioni

Ciàpa sò e porta a chèsa

Progetto di riduzione rifiuti con il contributo dell'Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti (Atersir) e della Regione Emilia-Romagna

     STEMMA VERUCCHIO 2.bmp         logoATERSIR_HQ.jpg        LOGO_PianoAzioneAmbientale2011-2013_RGB_agg.jpg

 

L’Amministrazione comunale di Verucchio, grazie anche al contributo di Atersir e della Regione Emilia-Romagna, ha attivato presso le attività di ristorazione del territorio il progetto denominato “Ciàpa sò e porta a chèsa”, finalizzato alla riduzione della produzione del rifiuto organico ed alla sensibilizzazione contro gli sprechi alimentari.

Promuovere il recupero degli alimenti non consumati negli esercizi di ristorazione, oltre ad un riscontro diretto sulla riduzione del rifiuto organico del comparto coinvolto, permette anche di sviluppare una cultura del “non-spreco alimentare” che verrà poi attuata anche nelle quotidiane azioni domestiche, diventando nel tempo un gesto semplice e consuetudinario, vantaggioso dal punto di vista ambientale, ma anche etico e sociale.

“L’Amministrazione comunale attenta ai temi ambientali, sociali ed etici; con questo progetto vuole coinvolgere gli esercenti di attività di ristorazione affinché spingano i propri clienti a partecipare, con un impegno concreto e “senza vergogna”, verso un consumo consapevole del cibo. L’iniziativa rappresenta un positivo contributo per accendere l’attenzione sullo spreco alimentare, purtroppo ancora largamente diffuso”.

 

L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE Roberto Sandon

IL SINDACO Stefania Sabba

 

 

Le attività aderenti al progetto: